Integratori a base di curcuma, cosa fare?

Il ministero della Salute informa che l’Istituto Superiore di Sanità ha segnalato nove casi di epatite colestatica acuta, non infettiva e non contagiosa, riconducibili al consumo di integratori alimentari a base di curcuma e che sono in corso verifiche sul territorio da parte delle autorità sanitarie. (pubblicato il 17 maggio da Quotidianosanità.it)

Sul sito del Ministero della Salute è possibile vedere l’elenco degli integratori contenenti curcuma. Vedi elenco

Anche la Federconsumatori (associazione a tutela e difesa dei consumatori)  ha sollecitato gli organi competenti a diramare le notizie a tutela dei consumatori; mentre la Federsalus ( associazione in rappresentanza dei produttori e distributori di prodotti salutistici) ha segnalato in una nota diramata il 29 maggio «la propria disponibilità a collaborare con le Istituzioni al fine di individuare le procedure utili a definire un sistema di vigilanza efficace».

Interazioni del lettore

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

CONDIVIDI L'ARTICOLO

Share on facebook
Facebook
Share on linkedin
LinkedIn
Share on twitter
Twitter
Share on email
Email
Share on whatsapp
WhatsApp

ALTRI ARTICOLI