Cure omeopatiche per la sinusite

La sinusite è un’infiammazione dei seni paranasali (distinti in frontali, mascellari, etmoidali, sfenoidali); ciò che secernono si riversa nella cavità nasale e la loro funzione è molto importante perché filtrano, inumidiscono e riscaldano l’aria che respiriamo.

Le cause della sinusite

Localizzazioni anatomiche della sinusite

I seni sono spesso soggetti ad infezioni causate da diversi fattori: allergie, variazioni della pressione atmosferica, infezioni dentarie, difetti di struttura del naso (condotti non correttamente strutturati), polipi nasali. L’infiammazione può essere causata da virus o batteri. Quando si verificano queste condizioni, la mucosa infiammata si gonfia, bloccando il drenaggio. La conseguenza è un accumulo di secrezione o pus (come nel caso della sinusite purulenta) che impedisce il regolare passaggio dell’aria. Questo determina la sintomatologia tipica della sinusite acuta, ovvero una forte cefalea accompagnata da un senso di peso, soprattutto mattutino, causato dalla congestione nasale. L’infiammazione e il dolore che ne derivano colpiscono diverse sedi: ad esempio quando la sinusite è mascellare, il dolore si irradia al nervo sovra-orbitario e alla guancia; quella frontale provoca una cefalea che parte dalla radice del naso e si irradia all’angolo interno dell’orbita. La sinusite viene distinta in due forme: acuta e cronica.

La forma acuta somiglia ad un forte raffreddore. I sintomi principali sono cefalea acuta e pulsante, dolore al volto e alla radice del naso che spesso si estende all’orbita dell’occhio, ostruzione nasale. Può esserci anche febbre, soprattutto nella forma purulenta. Tutte le sinusiti acute non curate correttamente causano una forma cronica e recidivante che, in base ai diversi fattori scatenanti (virulenza dei germi, freddo e sbalzi termici, reazione individuale, diverso posizionamento dei seni), variano nella sede (mascellare, frontale ecc) e nella gravità. Terapia omeopatica per sinusite L’omeopatia è di grande aiuto nella cura della sinusite. La maggior parte dei rimedi utilizzati intervengono contemporaneamente nella forma acuta e cronica poiché hanno un’azione profonda anche sul terreno dove si determina l’infiammazione.

I dolori nella forma cronica sono di tipo nevralgico con senso di peso e fastidio locale, accompagnati spesso da sensazione di cattivo odore. Quando la sinusite si cronicizza, è più facile il rischio di riacutizzazioni e complicazioni.

Simbolismo della sinusite

A livello simbolico, il muco rappresenta la creatività del soggetto, la sessualità, la spiritualità. Quando queste energie emotive sono bloccate dalle insicurezze e non riescono ad esprimersi nelle relazioni, sintomi come il naso chiuso e mancanza dell’olfatto sono il simbolo della riduzione degli scambi con il mondo esterno. Inoltre il muco occupa le cavità che servono ad alleggerire la testa ma anche a dare risonanza alla voce. Il risultato è un’energia inespressa che genera la tipica sensazione di pesantezza della testa. La voce perde la sua cassa di risonanza e diventa debole simboleggiando così una minore forza comunicativa. La sinusite acuta si manifesta non a caso dopo un periodo in cui una forte carica energetica non è stata espressa e ha creato grande disagio che il paziente è riuscito a manifestare solo in parte. La forma cronica, invece, rappresenta un’incapacità (definita cronica, appunto) di esprimere le parti migliori di sé e di restare in contatto con esse e con il proprio intuito.

Cure naturali per la sinusite in Omeopatia

L’omeopatia è di grande aiuto nella cura della sinusite. La maggior parte dei rimedi utilizzati intervengono contemporaneamente nella forma acuta e cronica poiché spesso hanno un’azione profonda anche sul terreno che determina l’infiammazione. Le potenze più indicate sono quelle basse (dalla 5 alla 15-30 CH) ma per alcuni rimedi devono essere valutate bene le caratteristiche dei sintomi per individuare la potenza adatta al singolo paziente.

Belladonna 5-9CH granuli > È il rimedio più usato nelle sinusiti ed è indicato quando le sindromi infiammatorie sono associate alla febbre. Il sintomo tipico è la cefalea congestizia pulsante, accompagnata spesso da dolore violento, vertigini e fotofobia. Modalità: i sintomi peggiorano inclinandosi in avanti e migliorano dopo il riposo, con la pressione forte e il calore.

Kalium bichromicum 5 – 15CH granuli > Si utilizza nelle sinusiti mascellari o frontali. Le secrezioni sono gialle – verdastre, a volte sanguinolente, vischiose, abbondanti e filanti; vengono espulse con grande difficoltà. Questo determina la comparsa di forti dolori e senso di pressione alla radice del naso, ostruzione nasale, perdita olfattiva. Tipiche di questo rimedio sono le nevralgie che si ripetono con cadenza periodica (ad esempio ogni giorno o in un determinato orario). I sintomi si scatenano e sono aggravati dal freddo – umido. Modalità: i sintomi peggiorano con il freddo e il movimento. Migliorano con il calore. Le basse potenze favoriscono le secrezioni, quelle medio-alte le rallentano o le bloccano.

Hydrastis canadensis 7 – 15CH granuli >  Si utilizza in presenza di una rinorrea posteriore: la secrezione scende e raggiunge la faringe. Spesso è presente una tosse secca accompagnata da raucedine ed espettorato giallo-verdastro. Il soggetto ha dolori nella sede frontale, è magro e astenico. A livello psicosomatico, la sinusite rappresenta un blocco delle energie emotive che non riescono ad esprimersi nelle relazioni a causa dell’insicurezza. Il naso chiuso e la mancanza dell’olfatto simboleggiano la riduzione degli scambi con il mondo esterno. Modalità: i sintomi peggiorano con il freddo e all’aria aperta. Migliorano con il riposo e la pressione. Utilizzare le basse potenze per favorire le secrezioni, le alte per bloccarle.

Lachesis 5 – 15CH granuli > Il Lachesis si consiglia quando le sinusiti si manifestano con cefalee congestizie (soprattutto sovra – orbitali) e dolori pulsanti e martellanti alla radice del naso, arrossamento delle regioni infiammate. I sintomi compaiono in seguito alla brusca interruzione della secrezione. Lachesis scioglie il muco e facilita il drenaggio. Modalità: i sintomi peggiorano con il sole, il caldo e gli alcolici. Migliorano con la ripresa del flusso (mestruazioni, sanguinamento,…).

Hepar sulfur 5 – 30CH granuli > Rimedio indicato per le sinusiti croniche con secrezione purulenta e maleodorante. La suppurazione è di difficile drenaggio e questo scatena sintomi come dolori frontali e alla radice del naso che peggiorano con il freddo. Hepar si utilizza nei disturbi periodici, ad esempio nelle sinusiti che si presentano ad ogni inverno o sempre nello stesso periodo. Come avviene per altri rimedi, le potenze basse favoriscono il drenaggio della suppurazione, mentre quelle alte arrestano o riassorbono la suppurazione. Modalità: i sintomi peggiorano in inverno, con il freddo e le correnti d’aria fredda. Migliorano con il calore e gli indumenti caldi.

Silicea 5 – 15CH granuli > La Silicea è indicata per una forma cronica di sinusite frontale e mascellare che somiglia ad un raffreddore perenne. Il soggetto è molto freddoloso, sobbalza al minimo rumore. Soffre di cefalea, vertigini e ostruzione cronica; si ammala spesso di raffreddori nella stagione fredda. La cefalea di Silicea è intensa con sensazione che la testa stia per esplodere; questa condizione migliora stringendo una benda intorno al capo. Spesso il dolore si concentra su un solo occhio. Modalità: i sintomi  peggiorano  con il freddo e scoprendosi. Migliorano con il calore e gli indumenti caldi.

Pyrogenium 5 – 15CH granuli > Il Pyrogenium è definito in omeopatia “l’antibiotico naturale”; interviene in tutti i processi infettivi acuti e cronici di origine batterica o virale. Utilizzato mattina e sera, nella fase acuta blocca (basse potenze) o fa regredire (medio-alta potenza) la suppurazione. Le secrezioni sono dense, purulente e maleodoranti. Il soggetto è agitato, ansioso, suda freddo. Altri sintomi tipici del rimedio sono forte spossatezza, stato di prostrazione e febbre. Pyrogenium viene spesso seguito dalla somministrazione di Hepar sulfur (con potenza più alta, 15-30 CH). Modalità: i sintomi peggiorano  con il freddo e l’umidità. Migliorano con il calore, in estate e nella fase iniziale del movimento.

Interazioni del lettore

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

CONDIVIDI L'ARTICOLO

Share on facebook
Facebook
Share on linkedin
LinkedIn
Share on twitter
Twitter
Share on email
Email
Share on whatsapp
WhatsApp

ALTRI ARTICOLI