Rebirthing

È un metodo inventato negli anni settanta da Leonard Orr, psicologo americano che lavorava ad Esalen Institute, il famoso centro di ricerca avanzata in California dove si svolgevano ricerche ispirate dalla filosofia New Age. Orr indagava sull’importanza dell’esperienza della nascita, e sull’effetto dei traumi infantili determinanti per la formazione della personalità e per i comportamenti futuri. Durante le sue sperimentazioni egli scoprì che, immergendo il paziente in una vasca d’acqua a 39° C, e invitandolo a praticare una tecnica di respirazione, era possibile fargli rivivere il momento della nascita, fissato nell’inconscio; ecco perché la tecnica si chiama “rebirthing”, vale a dire rinascita. Il rebirting si basa su una modalità di respirazione circolare e continua, che coinvolge tutte le parti del corpo provocando uno stato di rilassamento o ipnotico. Provoca benefici psicofisici, rimuove blocchi emozionali, mantiene attiva la parte costruttiva del cervello rallentando l’invecchiamento, aiuta a vivere meglio ed a conoscere meglio noi stessi, ad accettare e comprendere le nostre emozioni, a decidere con determinazione e consapevolezza sulle scelte importanti del nostro destino Un respiro aperto e profondo, è importantissimo per la vitalità, la salute psichica e fisica: circa il 70% delle tossine sono espulse attraverso la respirazione e l’emuntorio polmonare.
Orr asseriva: È una grave lacuna del nostro sistema educativo permettere che una persona giunga ad ottenere un diploma di maturità o una laurea senza sapere come respirare. Il rebirtying è una tecnica di respirazione facile, si può imparare con un ciclo base di circa 10 lezioni, successivamente si può applicare e approfondire da soli.