Medicina tradizionale cinese

La medicina cinese si basa su un concetto filosofico di dualità, dello Yin e dello Yang, essi rappresentano la generalizzazione simbolica della coesistenza di due fenomeni di aspetti opposti che regolano i processi biologici del corpo umano in relazione agli eventi cosmici. Questa teoria parte dall’assunto che tutte le manifestazioni dei componenti dell’universo siano esse piante, minerali, animali, fenomeni naturali in genere, sono costituiti dai due elementi yin e yang. Ogni fenomeno che ci circonda e da noi osservabile ci riconduce all’esistenza di questo dualismo: il giorno e la notte, il caldo e il freddo, la staticità e il movimento. Ogni definizione di questi fenomeni è precisa quando c’è un termine di paragone: non potremmo aver chiaro cos’è il caldo senza l’idea del freddo, non potremmo il giorno se non ci fosse la notte, non si potrebbero esprimere le leggi della statica se non ci fosse il movimento (cinetica). Volendo esprimere un concetto più universale su questa teoria possiamo dire che lo yin e lo yang sono “le vie del cielo e della terra”, infatti, lo yang è il cielo (il cielo, l’universo, fonte di tutte l’energie), lo ying è la terra (affluenza di liquidi). Dal movimento e dal cambiamento dello ying e dello yang si differenziano tutte le cose. I cinesi definiscono l’energia vitale Qi che è, yang, mentre il sangue Xue, che è yin. Il concetto di terapia nella MTC consiste nel riequilibrare questi due elementi.Se il corpo è carente di energia vitale, bisogna fornire energia e quindi tonificare; in questa ottica si forniranno al corpo erbe o alimenti con questo tipo di polarità yang. Viceversa se il corpo ha assunto troppe calorie e quindi e in eccesso di energia, vanno somministrate erbe che sottraggano calore, erbe yin. Graficamente la teoria dello yin e yang è rappresentata da un cerchio contenente due emisferi a forma di pesce incurvato, uno bianco e uno nero che a loro volta contengono all’interno un piccolo cerchio nero e uno bianco. Questo esprime che nello yang è contenuta una parte ying che a sua volta contiene una parte yang e così via all’infinito, per questo nei due emisferi si può notare un altro cerchio più piccolo di colore opposto. Applicando questi concetti al corpo umano avremo: La parte alta del corpo è yang, la parte bassa è ying. La superficie del corpo è yang mentre l’interno è ying; la superficie si divide in parte posteriore o dorsale yang, e parte anteriore yin Gli organi sono divisi in due funzioni: quelle che riscaldano ed eccitano sono yang, quelle che raffreddano, nutrono e idratano il corpo sono yin. Per ulteriori approfondimenti consultare la sezione dei compendi.