Medicina orientale

I taoisti affermano che esistono due forze cosmiche contrapposte, lo “yin” e lo “yang”, la loro interazione sviluppa una forma di energia vibrazionale che rappresenta la forza motrice di tutti i fenomeni biologici e geofisici che regolano la vita e l’esistenza del nostro pianeta. Essi sostengono che il rapporto tra lo yin e lo yang si manifesta attraverso l’equilibrio cinetico e dinamico costante di tutte le cose, facilmente osservabile, dalla più piccola molecola dell’essere umano fino a un grande pianeta. Lo yang esprime la sua azione in forma centrifuga con tendenza verso l’espansione, rappresenta l’energia vitale e gli organi pieni e di regolazione, molto irrorati dal sangue, come il cuore, il fegato e i reni. Lo yin, esprime la sua azione in forma centripeta, con tendenza alla contrazione, quindi, rappresenta gli organi cavi come la colecisti, la milza e l’intestino tenue.

Essi rappresentano delle forze complementari che devono equilibrarsi idealmente per poter generare salute e benessere, o per creare le condizioni corrette o ottimali nell’universo. Questi due elementi vengono alimentati da una energia attraverso cui operano, chiamata qi in cinese, Ki in giapponese e prana in india. Quindi, ogni individuo possiede il suo qi, di energia diversa in quantità e qualità dagli altri esseri viventi; la sua fonte viene fornita attraverso il cibo e le bevande. Per ulteriori approfondimenti consultare la sezione dei compendi.