Floriterapia

La floriterapia è nata in Inghilterra negli anni trenta, per opera di un medico di nome Edward Bach. La sua teoria si basa sulla convinzione, che la malattia è il risultato di un conflitto tra l’Anima e la Mente, e non potrà mai essere estirpata se non con un lavoro di tipo spirituale e mentale. Egli scoprì 38 fiori con proprietà terapeutiche, e ne ricavò altrettante essenze conosciute in medicina naturale con il nome di “Fiori di Bach”. Con il metodo della floriterapia di Bach si possono curare disturbi di tipo relazionale che coinvolgono lo stato d’animo come: paura, timidezza, insicurezza, preoccupazione, solitudine, ipersensibilità che talvolta costituiscono una vera e propria insofferenza alterando l’equilibrio della persona. Oltre alla Floriterapia di Bach, si sono sviluppate altri modelli di floriterapie che vengono indicati con il nome dai paesi di origine dei fiori.