Micoterapia: curarsi con i funghi medicinali

Il padre  della moderna etno-micologia (R. Gordon Wasson), fa risalire al periodo Paleolitico l’uso di  funghi allucinogeni nei rituali di natura mistico-religiosa. Le prime testimonianze risalgono a 7000-90000 anni fa ritrovati  nel deserto del Sahara. La Micoterapia prende origine nella medicina tradizionale cinese (MTC) che impiega  i funghi medicinali da millenni con successo come  adiuvanti per la cura di malattie croniche gravi (quali neoplasie e autoimmunità) e come sistema di prevenzione. Le sostanze bioattive contenute nei funghi sono:  beta-glucani e triterpeni, oltre ad enzimi e minerali. La Micoterapia rientra tra le applicazioni della fitoterapia cinese, che utilizza i funghi medicinali per la prevenzione e il  trattamento di diverse malattie. La Micoterapia si orienta a curare la persona in modo olistico, la sua applicazione è orientata al trattamento della causa che ha provocato la malattia.

Cosa contengono i funghi medicinali

I funghi medicinali contengono un vasto numero di sostanze nutritive, le sostanze contenute nei funghi medicinali sono “bioattive”, cioè capaci di innescare un’azione su un organismo vivente o un tessuto biologico. Possiamo suddividerle in due categorie,  definite: metaboliti primari e metaboliti secondari.

Metaboliti primari, sono: polisaccaridi (principalmente beta-glucani),  terpenoidi, glioproteine e   enzimi

Metaboliti secondari, sono: steroli, lectine, triterpeni.

Inoltre, nei funghi sono contenute vitamene e minerali essenziali necessarie per le principali  funzioni dell’organismo.

Le vitamine del gruppo B, utili per il metabolismo cellulare e  indispensabili per la crescita e il ricambio cellulare. La vitamina A o retinolo, utile per al vista, partecipa allo sviluppo e maturazione embrionale. La vitamina E o tocoferolo, utile vitamina ad azione antiossidante e anti radicali liberi e antinvecchiamento.  La  vitamina D , utile per l’assorbimento e  la fissazione del calcio. La  vitamina K, utile per il processo della coagulazione del sangue. I I I Sali minerali:  Potassio (K), Sodio (Na), Calcio (Ca), Ferro (Fe), Germanio (Ge), Vanadio (V), Selenio (Se), Magnesio (Mg), Manganese (Mn), Zinco (Zn) e Rame (Cu) si possono trovare in gran parte dei funghi medicinali, ognuno nelle sue proporzioni peculiari.

Organotropismo del funghi medicinali in micoterapia

A cosa servono in funghi medicinali

I funghi attivano e rinforzano il  sistema immunitario. Le sostanze bioattive contenute al loro interno sono potenti immunostimolanti e svolgono una funzione di attivatori e di regolazione delle attività del sistema immunitario. Contengono complessi enzimatici in grado di favorire e stimolare la digestione.

Inoltre, ogni  fungo ha funzioni specifiche a seconda delle sostanze bioattive prodotte dal suo metabolismo. Generalmente le azioni comune dei funghi medicinali sono rivolte al metabolismo glucidico e lipidico, alla chelazione di metalli pesanti, al riequilibrio del sistema immunitario e a regolare il turnover cellulare.

L’attività di regolazione principale del sistema immunitario avviene ad opera dei linfociti T prodotti dal midollo osseo e che sviluppano la loro maturazione ed azione nella ghiandola timica (Timo) tramite il Linfociti helper.  I linfociti T helper si distinguono in due categorie: Th1 e Th2. Essi rispondono a  due diverse modalità di attivazione della risposta immunitaria e quindi di secrezione delle Citochine.

I linfociti Th1 attivano la risposta immunitaria cellulo-mediata, citotossica, relativa all’immunità mediata da fagociti, che rappresenta la primaria difesa contro funghi, virus, protozoi  e parassitarie endocellulari. I linfociti Th1 producono interleuchina IL-2, IL-12, IL-18 , TNF-alfa (dall’inglese Tumor necrosis factor) è una citochina coinvolta nell’infiammazione sistemica e  IFN-gamma (interferone  gamma IFN- che attiva la produzione di radicali liberi, NO soprattutto, da parte dei macrofagi e inibisce la risposta TH2).

I linfocita Th2 attivano la risposta immunitaria umorale indipendente dai fagociti, che produce anticorpi specifici per allergia e infestazioni da parassiti (elminti). I Linfociti Th2 producono le interleuchine IL-4, IL-5, IL-6, IL-9, IL-10 e IL-13. In particolare l’interleuchina IL-4 favorisce  la produzione degli anticorpi IgE, tipici della risposta allergica IgE mediata,  e degli anticorpi di tipo IgG, gammaglobuline o immunoglobuline efficaci contro le tossine batteriche.

Azione dei linfociti Th1 e Th2

Quali sono i funghi medicinali più utilizzati in micoterapia

Descrizione dei funghi medicinali utilizzati in micoterapia utilizzati a scopo preventivo e adiuvanti  per la cura di molte patologie. Il nome scientifico attribuito ai funghi segue i criteri di adottati in botanica dal naturalista svedese Linneo  ed è coniato dalla combinazione di due nomi:

il nome del genere cui appartiene la specie e da un epiteto, nome di specie che caratterizza e distingue quella specie dalle altre appartenenti al quel genere. Il primo termine (nome di genere) porta sempre l’iniziale maiuscola, mentre il secondo termine (nome di specie) viene scritto in minuscolo; entrambi i nomi, inoltre, vanno scritti in corsivo (ad esempio Amanita muscaria). Spesso, per meglio definire le caratteristiche di un esemplare appartenente ad una specie, si ricorre alla forma o alla varietà (ad esempio Amanita phalloides fo. alba).

Agaricus Blazei Murrill (ABM)

Nome scientifico: Agaricus Blazei Murrill.

Auricularia auricula-judae

Comunemente noto come fungo di mandorla o Champiñón del sol. È un fungo originario di una cittadina di montagna brasiliana di nome Piedade. Il suo colore varia dal bianco avorio al marrone chiaro; i cappelli spuntano dal suolo come bottoni rotondi e crescono da 3 a 30 cm di diametro.

Azione biologica: ricco di beta-glucani, i suoi componenti si sono dimostrati tra i più attivi rispetto a quello degli altri funghi e svolge un’importante azione di attivazione del sistema immunitario.

Auricularia  

Nome scientifico: Auricularia auricula-judae.

Auricularia auricula-judae.

Fungo noto col nome di orecchio di Ebreo, orecchio di giuda,  orecchio di legno , orecchio gelatina o da una serie di altri nomi comuni, è una specie di commestibile Auriculariale.

Fungo e un saprofita, di colore rosso bruno di consistenza gommosa e gelatinosa. Cresce su ceppi e rami morenti ed è priva di gambo. Cresce in relazione mutualistica con le piante su cui si sviluppa, ed è ritenuto un fungo che fa micorriza (associazione simbiotica tra un fungo e una pianta superiore).

Azione biologica: Ha interessanti proprietà medicinali ed è stato utilizzato per centinaia di anni come rimedio tradizionale popolare  per l’azione antitumorale degli estratti di Auricularia, anticoagulante e come  supporto della circolazione e delle funzioni dell’ intestino .

Coprinus  

Nome scientifico: Coprinus comatus.

Coprinus comatus.

Il Coprinus comatus , comunenmnte chiamto il cappuccio di inchiostro shaggy (arrufato), la parrucca dell’avvocato o la criniera shaggy , è un fungo molto comune cresce a gruppi in giardini, prati e boschi, lungo strade di ghiaia e zone desolate.

Il fungo dalla ha una forma ovale con gambo alto e slanciato. Inizialmente il suo colore è bianco e successivamente diventa più scuro; con la maturazione dal bordo si arrotola come una campana e con l’invecchiamento tende a liquefarsi. In MTC è particolarmente indicato per soggetti appartenenti alla loggia “Terra” (stomaco-milza-pancreas) e alla loggia “Metallo” (polmone-intestino crasso).

Azione biologica: Il Coprinus è utilizzato come supporto contro il cancro al seno, svolge un’azione Antiossidante.

Coprinus comatus

Cordyceps  

Nome scientifico: Cordyceps sinensis.

 (precedentemente noto come Cordyceps sinensis  o Ophiocordyceps sinensis), è noto in inghilterra come fungo bruco , i suoi nomi più importanti Yartsa Gunbu ( tibetano) ,Wylie ( , letteralmente “estate erba, verme invernale “) o dōng chóng xià cǎo ( cinese ) o Yarsha-gumba o Yarcha-gumba (in lingua nepalese ). È un fungo entomopatogeno  che cresce sugli insetti)

Cresce sulle montagne del Tibet, tra i 4.000 e 6.500 metri d’altezza. È presente nei terreni prativi dell’Himalaya e di altre elevate catene montuose della Cina, del Tibet e del Nepal. Il micelio è racchiuso nella larva mummificata di un lepidottero, da cui il fungo germina. In Cina è considerato tesoro medicinale nazionale, un tonico prezioso e virtualmente sacro. Aumenta energia e vitalità.

Azione biologica: la medicina popolare egli studi svolti a carico del  Cordyceps sinensis confermano ed evidenziano   effetti terapeutici curativi per le patologie renali e polmonari in particolare, quali bronchite cronica e asma. Inoltre sono annoverati effetti renoprotettivi, azione antivirale, antibatterica, antidepressiva e un’azione del metabolismo Energetico.

Coriolus versicolor

Nome scientifico: Coriolus versicolor.

Coriolus versicolor

Nome scientifico: Coriolus versicolor , viene anche chiamato Turkey Tail ovvero  “coda di tacchino”. Questo nome popolare deriva dalla caratteristica bandeggiatura che lo fa assomigliare alla coda di un tacchino aperta. Queste bande possono assumere colorazioni molto belle, ma la maggior parte variano dal marrone scuro a quello chiaro. In Giappone è conosciuto come Kawaratake, in Cina come Yun Zhi.

È uno dei funghi più comuni e facili da trovare su ceppi di legno  e tronchi morti di quasi tutti i tipi di alberi, con una distribuzione molto varia, una elevata proliferazione durante tutto l’anno e spesso resiste anche all’inverno pur non essendo perenne. È un fungo legnoso e non commestibile,

Azione biologica: il Coriolus promuove la crescita e lo sviluppo delle cellule ed è necessaria per la formazione dei globuli rossi. Immunostimolante, antibiotico e antivirale. L’azione antitumorale del PSK (Polisaccaride K), il principale componente della crestina, è il  betaglucano 1-3, il tipo di polisaccaride che si trova nei funghi medicinali. Quindi il Coriolus è indicato sia in presenza di infezioni virali che quando si tratta di cellule tumorali ormono-dipendenti. Studi in vitro hanno dimostrato la sua azione su varie linee tumorali di carcinoma gastrico, carcinoma polmonare, tumore epatico, leucemia e linfoma.

Hericium erinaceus

Nome scientifico: Hericium erinaceus.

Hericium erinaceus

L’ Hericium erinaceus  si ritrova in tutto l’emisfero nord in Europa, in Asia e nel nord America. A causa del suo aspetto gli sono stati attribuiti una seria di curiosi nomi tra cui Lion’s Mane (criniera di leone), Monkey’s Head (testa di scimmia), Monkey’s Mushroom (fungo di scimmia), Old Man’s beard (barba di vecchio) ed altri. È un fungo commestibile e di alto valore culinario, non si trova facilmente. Predilige gli alberi di latifoglie morti o morenti come la quercia, il noce e il faggio. Ha un diametro che varia dai 5 ai 20 centimetri. Ha filamenti simili a ghiaccioli che pendono da una base di consistenza gommosa. È un fungo tanto culinario quanto medicinale, che fa pensare al sapore dei frutti di mare. È usato in Cina e Giappone nella fitoterapia per le sue proprietà cicatrizzanti.  Nel Nord America veniva usato come cicatrizzante per i tagli e come emostatico per fermare il sanguinamento, faceva parte dei riemedi pronto soccorso.

Azione biologica: vengono attribuite ll’Hericium proprietà antitumorali, antiossidanti, antinfiammatorie e prebiotiche a livello gastro-enterico: È il fungo di eccellenza per patologie infiammatorie e infettive che coinvolgono la mucosa del sistema digerente. Agisce sul sistema nervoso e utile per lo stress, ansia, malinconia, deficit della memoria e riduzione della concentrazione. Utile anche nelle malattie neurologiche  quali Parkinson, Alzheimer e sclerosi multipla. In questo caso l’Hericium è risultato efficace  grazie ai due principi attivi contenuti nel

Maitake

Nome scientifico: Grifola frondosa.

Lentinula edodes

In giapponese, Maitake significa “fungo danzante” (da mai, “danza”, e take, “fungo”). Il motivo per cui si chiama così dipende dalla storia alla quale preferite credere. Secondo una leggenda, il nome è dovuto al fatto che le persone ballavano per la gioia quando trovavano questi funghi nel bosco.

Cresce ai piedi di querce, faggi e altri alberi dal legno duro morti o morenti. Originario del Giappone nordorientale, dell’Europa, dell’Asia e la fascia orientale del continente nordamericano. Cresce a grappoli e i suoi cappelli raggiungo in genere il diametro di 10-12 cm, sovrapponendosi e formano una specie di ammasso. È un tonico per rafforzare il sistema immunitario e aumentare l’energia.

Azione biologica: la Grifola frondosa agisce su due aree principali (l’area immunitaria e l’area metabolica). Stimola l’attività di particolari globuli bianchi, quali macrofagi, linfociti T e cellule NK (natural killer), potenziando la risposta immunitaria. Regolarizzazione la glicemia con l’inibizione dell’enzima alfa-glucosidasi deputato alla digestione di amidi e quindi all’assorbimento degli zuccheri. Questa azione viene potenziata con l’assunzione contemporanea di altri due funghi il Coprinus comatus e il Cordyceps sinensis. Svolge, altresì un’azione ipotensiva utile per il controllo dell’ipertensione e dei fattori di rischio cardiovascolari. Questo fungo è utile anche per il controllo del peso e  per il controllo dei trigliceridi e del colesterolo.

Pleurotus

Nome scientifico: Pleurotus ostreatus. 

Si tratta di una delle specie fungine più coltivate e conosciute nel mondo; in Italia è molto comune e viene denominata orecchione o fungo ostrica.

È un fungo saprofita-parassita, di colore variabile dal bruno-violaceo, bruno-rossiccio o grigio-biancastro. Cresce su vecchie ceppaie, su tronchi vivi di latifoglie (gelsi, pioppi, ecc.); fruttifica dall’autunno alla primavera successiva e anche in inverni miti.

Azione biologica: Il Pleurotus ostreatus contiene dei composti che avrebbero un effetto antinfiammatorio, antiaggregante piastrinico, antiossidante e stimolante del sistema immunitario. Inoltre produce lovastatina, una sostanza utilizzata come ipocolesterolemizzante.

Polyporus

Nome scientifico: Polyporus umbellatus.

 Polyporus umbellatus

Conosciuto anche con il nome Zhu ling  dove Zhu significa “maiale” e ling “fungo” e si riferisce all’aspetto del fungo simile agli escrementi del maial

Fungo saprofita che cresce in estate e in autunno sulle radici di faggi, aceri e querce. Il corpo fruttifero consiste di molte cappelle piuttosto piccole, rotondeggianti di colore marroncino chiaro, con la parte sotto bianca, tutte fuse insieme in un’unica struttura che può raggiungere i 30-50 cm. Viene utilizzato tutto del fungo, ha un sapore dolce e per le sue proprietà diuretiche è molto utilizzato in MTC. In Medicina Tradizionale Cinese il Polyporus umbellatus è indicato per le patologie conseguenti a umidità-ristagno ed è quindi estensivamente usato come diuretico naturale

Azione biologica:  Il Polyporus umbellatus è un fungo medicinale utile come diuretico e risparmiatore di potassio. Migliora la struttura ossea, dei capelli e delle unghie e  favorisce la crescita.  Utile nella stipsi e regola le funzioni del  sistema genito-urinario e della  prostata, utile nelle cistiti sia come preventivo che come antimicrobico nell’infezione. Immunostimolante naturale nell’influenza, nelle malattie sostenute da virus e batteri, influenze, bronchiti e tosse: Utile inoltre nello stress psico-emotivo.

Reishi

Nome scientifico: Ganoderma lucidum.

Ganoderma lucidum

Ha un lucido aspetto laccato; ha il cappello a forma di rene sul quale compaiono spore che lo fanno sembrare carta vetrata. È definito il re della fitoterapia cinese e lo considerano superiore al ginseng. Gli antichi cinesi lo chiamavano Ling zhi, che significa “pianta dello spirito”. È stato chiamato il “fungo dei mille anni”, “il fungo della potenza spirituale” e “il fungo dell’immortalità” perché si ritiene che favorisca la longevità. Reishi è il nome con il quale è conosciuto in occidente e deriva dal Giapponese.

Cresce nelle boscose e umide province costiere della Cina, e preferisce i ceppi marcescenti di castagno, quercia e altre latifoglie. Ha un lucido aspetto laccato; ha il cappello a forma di rene sul quale compaiono spore che lo fanno sembrare carta vetrata.

Azione biologica: Il Ganoderma o Reishi è stato sperimentato nel trattamento di numerose patologie dall’Istituto Cancer Research UK. Si è dimostrato utile per la sua azione adattogena e come  analgesico, antiallergico, preventivo dalla bronchite, anti infiammatorio, antibatterico, antivirale (aumento della produzione di interferone), antiossidante, antitumorale, ipotensivo, ipocolesterolemizzante, cardio tonico, antidepressivo e rilassante, mucolitico, migliora la funzionalità cortico-surrenalica, aumenta la produzione di interleuchina 1 e 2 prodotta da macrofagi.

Shiitake

Nome scientifico: Lentinula edodes.

Lentinula edodes

È un fungo di origine asiatica ed è attualmente, dopo lo champignon, il fungo culinario, commestibile più diffuso al mondo. Ha un ottimo sapore, ma oltre a questo è famoso per le sue proprietà medicinali. A volte viene chiamato “forest mushroom” ovvero fungo della foresta e/o “black forest mushroom” ossia fungo della foresta nera.

Cresce su alberi dal legno duro morti o morenti durante l’inverno e la primavera. Il cappello è inizialmente marrone scuro, ma col tempo si schiarisce. Dopo lo champignon, lo shiitake è il fungo culinario più diffuso al mondo. Ha un ottimo sapore, ma oltre a questo è famoso per le sue proprietà medicinali.

Azione  biologica: è un fungo ricco di carboidrati, proteine, fibre e lipidi, e ottima fonte di vitamina D (ergosterolo) che diventa calciferolo (vit. D2) in presenza di luce ultravioletta, vit.del gruppo B, ferro, manganese, potassio, calcio, magnesio, rame, fosforo e zinco.

L’azione principale è di potenziare del sistema immunitario. Regola le funzioni del sistema nervoso autonomo, dell’asse ipofisi-surrene, le funzioni del timo funzionante. Riduce il  colesterolo e favorisce la prevenzione dell’arteriosclerosi.  Promuove la formazione di anticorpi contro l’epatite B. Agisce sull’intestino favorendo l’eubiosi intestinale e la candidosi.  Aiuta infine a combattere l’affaticamento psico-fisico.

Interazioni del lettore

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

CONDIVIDI L'ARTICOLO

Share on facebook
Facebook
Share on linkedin
LinkedIn
Share on twitter
Twitter
Share on email
Email
Share on whatsapp
WhatsApp

ALTRI ARTICOLI