Indagine sull’uso dei medicinali omeopatici in Italia

Secondo un sondaggio condotto nel mese di ottobre 2018 da EMG Acqua per Omeoimprese, il 40% degli italiani che utilizzano i farmaci omeopatici si aspettano più attenzione dai partiti: 2,5 milioni di italiani ritengono le politiche a favore delle medicine complementari un tema sensibile, tanto da arrivare ad influenzare le proprie scelte se chiamati alle urne. È un rapporto positivo quello tra la comunità medico-scientifica e l’omeopatia. I medici che prescrivono medicinali omeopatici ne apprezzano la naturalità (36%) e la complementarietà con l’allopatia (20%). E se i primi sostenitori dell’omeopatia sono i farmacisti italiani, sicuramente un punto di riferimento importante per i pazienti nel caso di lievi problemi di salute, anche i medici, i docenti universitari e i giornalisti scientifici dichiarano di apprezzare l’omeopatia per la sua efficacia (15%).

Appena il 10% sono coloro che parlano di “effetto placebo” in riferimento a questa categoria farmacologica, mentre il 14% tra medici e farmacisti si rifiuterebbe di prescriverli.

È il quadro emerso dall’ultima ricerca condotta su un campione di 300 esperti tra medici generici, farmacisti, docenti universitari in ambito medico e giornalisti che scrivono di sanità da EMG-Acqua per Omeoimprese, l’Associazione delle aziende che in Italia producono e distribuiscono farmaci omeopatici.

Dalla ricerca emerge che parte della comunità scientifica non è contraria all’omeopatia

Il 41% dei medici, il 37% dei farmacisti, il 28% degli opinion leader medico-scientifici non nutrono preconcetti o pregiudizi nei riguardi dell’omeopatia. Il 44% degli intervistati, medici e farmacisti, ritengono utile l’uso dei medicinali omeopatici, mentre, il 96% degli intervistati  non li ritiene dannosi.

I medicinali omeopatici sono prescritti e consigliati da medici e farmacisti

I medicinali omeopatici sono utilizzati da 9 milioni do italiani. Circa il 20% sono prescritti dai  medici di famiglia  e farmacisti per l’efficacia dell’integrazione fra omeopatia e allopatia. In genere medici e farmacisti  scelgono l’omeopatia per curare raffreddori, riniti e influenze (54%), per problemi dell’apparato respiratorio (33%), insonnia (27%), dolori articolari o muscolari (13%).

Dal sondaggio è emersa una forte richieste di maggiori informazioni su posologia, indicazioni terapeutiche e modalità di somministrazione.

Infatti, anche chi non consiglia o usa l’omeopatia ritiene e sollecita una maggiore informazione sui medicinali omeopatici sugli effetti, sull’utilizzo e posologia: Ritengono che queste indicazioni potrebbero  indurre ad una maggiore prescrizione. Di cui, il 31% dei farmacisti invoca indicazioni più puntuali sull’utilizzo e indicazioni terapeutiche, mentre il 28% vorrebbe spiegazioni sulla posologia e modalità d’uso.

Interazioni del lettore

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

CONDIVIDI L'ARTICOLO

Share on facebook
Facebook
Share on linkedin
LinkedIn
Share on twitter
Twitter
Share on email
Email
Share on whatsapp
WhatsApp

ALTRI ARTICOLI